CORSI CONGIUNTI DESTINATI
A STUDENTI, MA APERTI ANCHE
ALLA SOCIETÀ CIVILE ITALIANA

Mobilità, religioni e inclusione (TORINO – Università di Torino, Università PriMED-OCI)

Il corso, che vedrà alternarsi docenti di discipline e sedi universitarie differenti, insieme a stakeholders, mira a fornire gli strumenti teorici e analitici per comprendere processi, dinamiche e questioni inerenti le mobilità internazionali, ovvero le migrazioni (strutturali ed emergenziali).
Nello specifico, il corso intende promuovere l’apprendimento di conoscenze e capacità interpretative riferite alle dinamiche migratorie e in particolare al consolidamento di comunità musulmane. Gli studenti/i partecipanti prenderanno confidenza con alcune tematiche chiave relative ai processi di mobilità che interessano lo scenario euromediterraneo.
Tali tematiche verranno considerate sia dal punto di vista empirico, con riferimento a ricerche e studi su casi specifici, sia dal punto di vista normativo, con riferimento al dibattito sulle politiche di inclusione e coesione e di gestione del pluralismo culturale.

Diversità religiosa e città: movimenti e percorsi di cittadinanza (ROMA, Università Roma Tre & Link Campus University – Università PriMED-OCI)

L’obiettivo è l’analisi dei nuovi modi di interazione e incontro delle religioni negli spazi urbani, dei modelli di partecipazione, di inclusione sociale e di accesso ai servizi.
I risultati sono relativi alla acquisizione di strumenti utili per competenze teoriche e pratiche relative alla conoscenza dei nuovi percorsi di cittadinanza.  Corsi & Materiali

Agenda ONU 2030: le tradizioni religiose mediterranee davanti alla sfida della sostenibilità (Como – Università dell’Insubria – Università PriMED-OCI)

Il corso, che vedrà alternarsi docenti di discipline e sedi universitarie differenti, insieme a stakeholders, mira a fornire gli strumenti teorici e analitici per comprendere processi, dinamiche e questioni inerenti all’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite nel contesto della cooperazione mediterranea e del confronto tra le tradizioni musulmana e cristiana delle due rive del mediterraneo.
Il corso avrà come obiettivo l’analisi delle condizioni per la costruzione di società differenziate, sostenibili ed inclusive attraverso l’esame di tre particolari angoli prospettici: quello giuridico, quello economico e quello relativo al ruolo delle tradizioni religiose. Il corso consentirà dunque di valutare, per ciascuno di questi tre temi principali, le possibili intersezioni (con le loro difficoltà e le loro potenzialità) tra approcci secolari e religiosi.

Mediazione interculturale e religiosa e prevenzione radicalizzazione (BARI – Università di Bari “Aldo Moro” & Università LUM Jean Monnet – Università PriMED-OCI)

L’obiettivo è quello della promozione dell’integrazione interculturale e interreligiosa, aperta anche ai leader delle comunità religiose, favorendo al contempo la conoscenza degli strumenti e delle misure di prevenzione e di contrasto della radicalizzazione e del reclutamento da parte di organizzazioni terroristiche.
Un particolare focus riguarderà i programmi di deradicalizzazione adottati anche in sede giudiziaria e con il coinvolgimento di esperti e di parti sociali.

X